Battaglia a favore dei Lavoratori Stagionali

Con l’apertura della Stagione turistica si registrano nuovi casi di sfruttamento dei lavoratori. A volte il problema riguarda il lavoro dipendente, a volte le collaborazioni (presa in gestione delle attività turistiche). La brevità della Stagione balneare gioca a favore degli operatori disonesti, che speculano sul turismo, sulla pelle di chi ci lavora e che si volatilizzano all’arrivo di settembre. Lo stesso metodo è spesso utilizzato anche verso i fornitori e le ditte artigiane. In tempo di crisi, con introiti sempre più risicati, il fenomeno si è intensificato fino a diventare una vera e propria piaga. Ci batteremo contro questa situazione: coinvolgeremo le Associazioni dei bagnini e degli albergatori, i Sindacati, la nuova Amministrazione Comunale e quelle delle località più vicine. Spingeremo per il varo di una sorta di Codice Etico, che tuteli chi viene in Riviera a lavorare e che gli garantisca condizioni dignitose e giusta retribuzione. Questo riconoscerà il Valore di tutti quegli imprenditori onesti: che creano ricchezza danno lavoro, pagano salari, contributi, tasse, forniture, utenze e danno affidabilità e qualità alla nostra Industria Ricettiva. Insieme troveremo la maniera con la quale gli approfittatori non si possano più confondere fra le loro fila, danneggiando la loro Immagine e il loro Prestigio. La Destra ricomincia da qui la sua attività dopo il logorante periodo elettorale; sarà una Grande Battaglia a favore dell’Etica, della Professionalità e della Passione che la nostra gente ha sempre profuso nel Lavoro e nel Turismo, motore dell’Economia locale.

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...